Cos’è il trading online?

Sono molti i trader che speculano nel mercato finanziario con il trading online ma non tutti sanno di cosa si tratti. Il trading online non è altro che l’attività di compravendita di strumenti finanziari al fine di ottenere dei profitti. Questo moderno sistema finanziario ha iniziato a diffondersi nel nostro Paese più di dieci anni fa, attraverso l’utilizzo di internet, diventando dapprima un sistema molto gettonato soprattutto da chi investiva in borsa. Ha preso il nome di TOL, TradingOnline, dall’acronimo inglese spesso utilizzato per definire questo ormai famoso sistema finanziario che garantisce a tutti gli investitori, più o meno esperti, buoni guadagni in tempi davvero ristretti.

Il Consob, i broker e il trading online

Nel 1999 il Trading online è diventato in Italia un sistema finanziario regolamentato attraverso il Nuovo Regolamento Consob. Il Consob è infatti la Commissione che autorizza le varie società finanziarie a fornire ai loro utenti una piattaforma web di trading attraverso la quale investire con l’acquisto e la vendita di beni, indici, valute all’interno del mercato finanziario. Le piattaforme in questione prendono il nome di “broker finanziari” e rappresentano l’intermediario tra il trader e il mercato finanziario. Il trading online è infatti un’attività che si svolge solo attraverso il web e i trader hanno la possibilità di investire da ogni parte del mondo, in qualsiasi momento. Ecco perché il trading online è un sistema così diffuso.

Ovviamente il trading online, sebbene rappresenti la fonte di guadagno principale della maggior parte dei trader professionisti, non è esente da rischi legati alla speculazione. Per attutire tali rischi è sempre consigliabile operare con broker finanziari autorizzati dalle apposite Commissioni di vigilanza. Fare trading online è tuttavia molto semplice ma non esiste una guida che vi possa spiegare come speculare al meglio. Il trading online può essere suddiviso in diverse tipologie: se gli investimenti nel mercato finanziario vengono conclusi nel giro di 24 ore, si potrà parlare di daily trading; si tratterà di scalping invece se le operazioni verranno aperte e chiuse nel giro di minuti, mentre se le operazioni vengono effettuate in un arco di tempo del tutto casuale, si parlerà di open trader.

Cosa occorre per iniziare a fare trading online?

Per cominciare a fare trading online occorrerà dunque un computer, un broker e un conto di trading. imparare a conoscere il mondo del trading online è molto utile per i trader alle prime armi, i quali potranno documentarsi tramite le guide fornite direttamente dai broker, studiare i grafici sull’andamento degli asset nel mercato finanziario e cercare di apprendere le strategie di trading attraverso degli strumenti come i conti demo, ossia dei conti dimostrativi che simulano i conti di trading reali per permettere al trader di fare pratica.

Per scegliere il broker che fa per voi, vi consiglio di consultare le liste dei migliori broker italiani e esteri, tutti regolamentati e affidabili, e valutare qual è la piattaforma che vi garantisce le migliori possibilità per fare trading online. Investite sempre con buonsenso e moderazione, non lasciatevi prendere dall’entusiasmo della vincita o dallo sconforto della perdita ma mantenete i nervi saldi se volete diventare dei trader professionisti.

Tagged with 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *